Creta e il palazzo di Cnosso

Labirinti, Minotauri e uomini che volano…un sogno? No…è solo la magia dell’isola di Creta, della sua storia, dei suoi abitanti e delle sue stravaganti origini mitologiche!

creta

Ci sono alcuni luoghi sulla Terra dove il mito si confonde con la realtà, uno di questi è l’isola di Creta, la più grande tra le isole greche!

L’acqua cristallina, le spiagge incontaminate, la vita tranquilla di giorno e109.jpg la movida della notte la rendono una delle mete più gettonate
delle vacanze in Grecia ma Creta è molto di più …le sue radici sono così profonde da non riuscire a delimitare il confine tra verità e leggenda…ed è proprio questo che la rende così speciale!!DSC01361.jpg
Nei primi anni del ‘900 l’archeologo Sir Arthur Evans restituisce all’umanità uno dei più importanti e misteriosi centri politico-socio-culturali della storia antica: il palazzo di Cnosso!

Rilassatevi più che potete sotto il sole caldo del Mediterraneo, lasciatevi trasportare dalle onde, osservate i piccoli di tartaruga lottare per raggiungere la vita, ballate tra le note delle vivaci discoteche di Malia ma lasciate un piccolo spazio per visitare il sito archeologico di Cnosso (Knossos in Greco)…mi ringrazierete! 😉DSC01547

Creta è un’isola ricca di comfort e di vita  ma nello stesso tempo è una terra selvaggia , poche strade e tante montagne silenziose quindi non sarà difficile retrocedere nella linea del tempo ed immedesimarsi con le antiche civiltà!

Torniamo al nostro caro Arthur Evans…se non fosse stato per lui tutto quello che sappiamo sulla prima civiltà del mar Mediterraneo si baserebbe solo sulla mitologia greca…4AB09D61-7A7C-4CA7-AAAD-226AFEC77EE4

Nonostante le nuove conoscenze apprese dopo il ritorno a nuova vita del palazzo di Cnosso, il mito aleggia ancora nell’aria e forse proprio per questo l’archeologo chiamò “civiltà’ minoica” l’antica civiltà cretese…in onore del leggendario re Minosse che “visse” proprio in questo palazzo…

Entriamo a KnossosDSC01367.jpg

Chiamarlo palazzo è riduttivo, questa costruzione è una vera e propria città a più piani dove cortili e colonne  si alternano designando degli spazi di vita comune ineguagliabili… (e fa molto caldo quindi vi consiglio un bel cappello…ai turisti russi viene fornito un ombrellino visti i vari casi di svenimento!!)DSC01373.jpg

Non serve immaginare qui…a differenza di molti siti archeologici dove non sono rimaste altro che rovine, al Palazzo di Cnosso è stato fatto un immane lavoro di ricostruzione (criticato da molti) che ci permette di ammirare i bellissimi colori e le tecniche costruttive utilizzate da questa avanzatissima civiltà marittima!DSC01375.jpg

Il rosso vivo delle colonne, l’azzurro intenso degli affreschi , la ricercatezza delle decorazioni, la perfetta disposizione del groviglio di scale è ancora impresso nella mia mente, è incredibile come una civiltà che ha più di 3000 anni fosse in grado di costruire dei luoghi così imponenti, organizzati ed incentrati sulla cultura e la bellezza.DSC01378.jpg

Girovagando per le stanze, i passaggi e le colonne del palazzo più conosciuto di Creta ho subito capito da dove nascono i mitici racconti del re Minosse e del suo labirinto.DSC01392.jpg

Minosse, re di Creta, era uno dei tanti figli di Zeus. Un giorno chiese a Poseidone di inviargli un toro (per i cretesi era un animale sacro) come segno di rispetto degli dei nei confronti del re….Il dio del mare acconsentì e mandò un bellissimo toro bianco al re Minosse ma in cambio egli avrebbe dovuto sacrificarlo. Il toro era magnifico e Minosse sacrificò un animale più brutto a Poseidone che adirato lanciò un incantesimo sulla moglie del re che partorì un bambino metà toro e metà umano…il celeberrimo Minotauro!dgL7SWE

Minosse invitò Dedalo, un famoso architetto, a corte poichè aveva bisogno di un labirinto dove rinchiudere il Minotauro. Terminati i lavori il re Minosse rinchiuse Dedalo e suo figlio Icaro nel labirinto dal momento che erano gli unici a conoscere la via d’uscita e avrebbe potuto rivelarla a qualcuno.DSC01381.jpg

Come ben sappiamo, Dedalo costruì due paia di ali fatte di piume e cera ma solo il padre sopravvisse al volo perchè la superbia di Icaro lo portò troppo vicino al Sole, dove le ali si sciolsero facendolo precipitare.

Intanto il re Minosse decise di sacrificare 7 fanciulli e 7 fanciulle ogni anno “liberandoli” nel labirinto del Minotauro….gli ateniesi stanchi di queste richieste inviarono Teseo, l’astuto figlio del re di Atene,tra i 7 fanciulli con il compito di uccidere il Minotauro.DSC01368.jpg E così andò,Teseo uccise il Minotauro e grazie al filo d’oro che Arianna, figlia di Minosse, gli aveva donato, ritrovò l’uscita e salpo’ alla volta di Atene insieme a lei. Tutto è bene quel che finisce bene o almeno così sembra perchè Teseo abbandonò improvvisamente la povera Arianna nell’isola di Nasso (da qui il detto piantare in Asso)…scatenando l’ira degli dei che si vendicarono!!DSC01355.jpg

Una tempesta squarciò le bianche vele della barca di Teseo che dovette issare quelle nere dimenticando la promessa fatta al padre ( vele bianche vittoria, vele nere fallimento).DSC01370.jpg

Il re di Atene,Egeo, scorse all’orizzonte la barca con le vele nere e senza esitare un secondo, distrutto dal pensiero della morte del figlio si gettò nel mare dando vita a quello che noi oggi chiamiamo Mar Egeo.

Ognuno a quel che si merita anche Minosse che, volendosi vendicare di Dedalo, escogitò uno stratagemma per rintracciarlo ed ucciderlo ma non fece altro che andare incontro alla sua morte!!DSC01406.jpg

E’ finalmente giunto il momento di tornare alle nostre vacanze in Grecia, ma Creta,ora, non sembra più la stessa…risplende di miti, leggende e magia..ogni sasso, montagna o goccia del mare assume un nuovo significato…chissà come si sono formate? Chissà quali altri straordinari personaggi hanno camminato su questa Terra dando origine a straordinari racconti tramandati di generazione in generazione?

DSC01185.jpg

Il mio sguardo e la mia immaginazione si perdono nell’infinito dell’orizzonte…

Ora non ho dubbi…il confine tra verità e fantasia non esiste…è solo una sciocca fissazione della mente…le leggende sono parte di noi, delle nostre origini e delle nostre tradizioni…e come tali vanno salvaguardate…e la Grecia ci riesce davvero bene!

S5HFdpH

A presto!

Silvia♥

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

6 thoughts on “Creta e il palazzo di Cnosso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...