Parigi, mon amour (parte 1) !

img_67551

Paris…la Ville Lumiere..capitale della Francia ed evergreen mondiale..la città che fa sciogliere il cuore anche ai più duri…la casa dei grandi della storia e della letteratura…Napoleone, Victor Hugo, Voltaire per citarne alcuni…la città che abbraccia la Senna…che ci fa sognare con le sue mille luci e i suoi straordinari ed inimitabili quartieri…l’ostrica che nasconde un miliardo di perle…l’indiscussa sovrana delle città..

TOUR DE FRANCE: TAPPA 3 

L’Opera Garnier, la Madaleine e Montmartre

IMG_6594Parigi è sempre Parigi…sarò banale ma per me la Ville Lumierè non è mai scontata…ogni volta che passo a trovarla mi suscita grandi emozioni…anche ora che sto scrivendo ho gli occhi a cuoricino ♥♥!IMG_6630

Ovviamente non potevo non inserirla nel “Tour de France” anche se mi sono dovuta accontentare di soli 3 giorni (non mi basterebbe un mese per visitarla tutta)…

Lasciate in fretta e furia “armi e bagagli” all’hotel siamo pronti a diventare parigini per tre giorni e infatti, ci infiliamo subito nella metro che sarà la nostra fedele compagna di viaggio.

Raggiungiamo la prima destinazione e a man a mano che risaliamo verso l’esterno prende forma davanti a noi lo splendido palazzo dell’Opera Garnier e …stranamente…comincia a piovere!!!IMG_6584

Se c’è una cosa ho imparato di Parigi è che non sai mai come sarà il meteo…fino a due giorni prima c’erano 30 gradi…ora piove e comincia pure a fare freddo…per fortuna, ho anche imparato a vestirmi a strati!!!

IMG_6590Torniamo allo sfarzosissimo palazzo di fronte a noi!

Lo sfavillante Palais Garnier con le sue colonne di marmo, le possenti statue e le rifiniture in oro è sicuramente il simbolo del lusso e della mondanità della Francia dell’800…questo magnifico teatro, utilizzato ancora oggi, è il più grande d’Europa ed è curato in ogni minimo dettaglio!100_0466

Sicuramente vi lascerà senza fiato l’enorme scalinata che vi accoglierà all’ingresso ricca di decorazioni in marmo, statue e tanti candelabri che con le loro luci soffuse ci impongono una certa formalità…la sala del teatro è impressionante con le poltroncine di velluto rosso e le nicchie tutte d’oro…da far luccicare gli occhi!!

Probabilmente il teatro deve la sua fama odierna al “Fantasma dell’Opera” il celebre dramma di Paul Leroux, ambientato proprio in questo luogo (leggetelo)!

La giornata è ancora lunga e ci incamminiamo verso la seconda meta : l’Eglise de la Madaleine.

IMG_6599

Questa poverina ha una storia turbolenta, infatti nasce come chiesa ma cambia molte volte la sua funzione e la suaIMG_6603 struttura. Napoleone voleva trasformarla nel “Tempio della gloria della grande armata” così modifico le sue sue sembianze in quelle di uno spettacolare tempio greco e così appare oggi ai nostri occhi, anche se  Luigi XIV la riportò alla sua funzione originale, riconvertendola in chiesa.IMG_6620

L’effetto è davvero sorprendente:  esternamente la struttura è a tutti gli effetti un maestoso tempio greco mentre all’interno presenta tutte le caratteristiche di una chiesa cattolica…stupefacente…IMG_6615

Da qui, tra l’altro, si gode di una bellissima vista su Place de la Concorde e sul Dome des Invalides e la sua luminosa cupola d’oro che accoglie le spoglie di Napoleone (ne parleremo più avanti)!

Ultima ma principale tappa del giorno la meravigliosa collina di Montmartre.

Montmartre in realtà è un quartiere di Parigi ma io lo considero una città a parte!

Montmartre è l’accogliente tana degli artisti….immaginate di tornare nell’800…Parigi era al culmine del lusso, della mondanità, tutto ruotava intorno all’apparenza e allora come IMG_1310potevIMG_6643ano le menti creative sfogare i loro impulsi irrefrenabili? Ovviamente nel vicino villaggio di Montmartre tra mulini, vitigni, caffè dove
aleggiava un ‘aria romantica e libera….e soprattutto gli affitti erano più bassi! 😉

Montmartre era divertimento, la patria dei poeti decadenti, degli artisti di strada, dei pittori e della trasgressione, grazie ai locali come il Moulin Rouge e Le Chat Noir.

Ancora oggi, nonostante le vie siano invase da noi turisti, Montmartre conserva quell’aria disinvolta e libertina…basta allontanarsi (o perdersi nel mio caso) dalle vie principali per sentirsi rinvigoriti…del tipo “niente al mondo può rovinare questo momento”… forse questa collina ha dei poteri magici…chissà se  anche Renoir, Picasso e Toulouse-Lautrec la pensavano così?
Torniamo sulla Terra…in questo splendido quartiere ci sono dei punti chiave da vedere a tutti i costi, tra cui il più famoso è sicuramente la Basilica del Sacro Cuore.

Sarà la sua posizione, sarà la pietra calcarea (che ad ogni pioggia diventa più splendente), sarà la forma particolare ma questa basilica è davvero uno spettacolo!

Ricorda molto il Taj Mahal ma in versione Europea…una lunga scalinata ( o la funicolare) ci conduce a questo gigante di pietra bianca e le sue grandi cupole che si allungano verso il cielo…un verde prato funge da tappeto rosso per far risaltare ancora di più il bianco splendente della struttura!IMG_6655

L’interno è molto luminoso grazie alla luce regalata dalla grande cupola cenIMG_6665trale e dalla pietra a mattoncini bianca…ma la vera chicca è salire in cima al Sacre Coeur!

Usciti dalla chiesa ci sono delle scalette che sembrano scendere in un sotterraneo e invece…ta-da-n-…c’è la biglietteria per la salita alla cupola!!

Non perdetevela assolutamente!!! Sono 300 scalini (ma tanto ci farete l’abitIMG_6685udine) a chiocciola che si aprono per un tratto sul tetto della chiesa e poi IMG_6680di nuovo a chiocciola fino alla sommità della cupola da cui si gode una vista senza fine su tutta Parigi!! Il vento tenterà di portarvi via ma “aggrappatevi con tutta la vostra forza alle colonne” perchè un panorama così non l’avete mai visto!! Un immagine che rimarrà impressa per sempre nella mia mente!!!

E’ il momento ora di conoscere gli artisti moderni di Montmartre a Place du Tertre  a pochi passi dallIMG_6711a Basilica (io mi sono persa e nessuno sapeva darmi indicazioni per raggiungerla 😦 basta seguire la via a sinistra della Basilica) !

Questo è il cuore del quartiere, una piccola piazza quadrata strapiena di pittori (e di ristoranti) pronti ad immortalarvi su tela!! Io da brava turista mi sono “fatta fregare” da un’artista (parlava bene l’italiano ed era simpatica 😦 ) che ha realizzato un mio ritratto in carboncino in cinque minuti (30€)…se volete un bel ricordo…non fate come me…scegliete uno dei ritrattisti che vi sembra più bravo…sedetevi… e per un’oretta rimanete immobili come statue…sicuramente non ve ne pentirete!!IMG_6728

Se avete tempo fate una passeggiata (in discesa) tra i negozi di souvenir e le pasticcerie fino ad arrivare al Moulin de la Galette in Rue Lepic, una delle più storiche di Montmartre, un tempo il regno del divertimento del quartiere immortalato perfino da Renoir , ora trasformato in ristorante.

IMG_6739Noi abbiamo girato Montmatre un po’ a casaccio ma se avete una cartina tutto sarà più semplice, per sempre invece di scendere ad Anvers e ritrovarci di fronte alla Basilica del Sacro Cuore…siamo scesi ad Abbesses (prendete l’ascensore per risalire!!!) e siamo riuscita a vedere per caso anche”Le mur de Je T’aime” un’opera di 10 metri composta da piastrelle blu con 311 scritte “Ti amo” in diverse lingue …in fondo siamo o non siamo nella città più romantica del Mondo???

Dall’amore romantico passiamo all’amore materiale di Pigalle e del Moulin Rouge!

Pigalle, ai piedi della collina, è considerato il quartiere a luci rosse di Parigi per i IMG_6759numerosi negozi di sexy toys o i locali per adulti…un tempo poco raccomandabile ma negli ultimi anni è stato “ripulito” ed è diventato una zona turistica molto frequentata! Per esperienza posso assicurarvi che non c’è niente di cui preoccuparsi…potete tranquillamente passeggiare a Pigalle magari senza bambini perchè sarebbe difficile spiegare che cosa sono gli oggetti esposti nelle vetrine dei negozi!!!

Imperdibile una foto di fronte al Moulin Rouge, il cabaret più famoso del Mondo, dove tutt’ora è possibile assistere ad uno spettacolo chiamato “Fèerie”… secondo voi me lo sono persa??

Certo, che no!!!

Ma questa è un’altra storia!!

Vi aspetto su silviawanderlust.com!!

Silvia♥

⇐Tappa precedente: Digione

⇒Prossima tappa: Parigi, 2° parte

macchina fotografica

Per tutte le foto CLICCA QUI! 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

8 thoughts on “Parigi, mon amour (parte 1) !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...