Maya per un giorno: Coba’ e Cenote!

Volare nella giungla, attraversare un lago pieno di coccodrilli in canoa, calarsi in un profondo e buio cenote, arrampicarsi fino alla cima di una piramide…niente di più semplice…siamo in Mexico dove tutto è possibile!

Come Indiana Jones

DSC_0389

Questo probabilmente è il giorno che ho amato di più durante la mia vacanza in Messico e per questo voglio ringraziare l’agenzia “AllTournative” che ha organizzato questa escursione e Rodrigo la nostra incredibile guida !IMGP0204

Partiamo dal villaggio molto presto per raggiungere Cobà, il sito Maya che ho preferito!

Cobà è rimasta così com’era, completamente immersa nella giungla, e non lascia niente all’immaginazione!

Mi sentivo come nel film Apocalyto di Mel Gibson!

La visita inizia in bicicletta (si, avete letto bene) infatti l’ingresso dista IMGP0225circa 2km dalle prime rovine ma è così bello pedalare nel bel mezzo della giungla che non si sente alcuna fatica!! Se proprio non amate le “due ruote” potete farvi trasportare su un “rishò taxi” oppure andare a piedi, ma ve lo sconsiglio!!!

Anche qui visitiamo il campo della pelota, che è molto più piccolo rispetto a Chichén Itzà ma non meno interessante.

Poco più avanti ci imbattiamo in uno dei viali lastricati in  pietra (sacbè)IMGP0261 più lungo mai costruito dai Maya, una “strada” lunga circa 100km!! Pensate che difficoltà costruire una strada in mezzo alla giungla con i mezzi di allora!!

IMGP0238Nelle vicinanze facciamo finalmente la conoscenza dell’ape Maya: è diversa dall’ape classica infatti non ha pungiglione e fa il nido sul tronco dell’albero!! Il suo miele è divino!

Riprendiamo la bicicletta ed arriviamo finalmente alla piramide più alta: ben 42 metri! Non sembra proprio una piramide, assomiglia di più a una lunga scalinata verso l’infinito!!

E’ molto consumata a causa dei visitatori che ogni giorno si arrampicano sulla cima perciò bisogna davvero stare attenti a dove mettere i piedi!!

Stremati e con la lingua di fuori raggiungiamo “la vetta” e come sempre la vista ci guadagna: solo cielo e giungla come se non esistesse niente altro al mondo, il tempo da lassù sembra essersi fermato!! Tutt’ora a casa quando voglio rilassarmi visualizzo quell’immagine nella mia mente e vi assicuro che funziona! Un toccasana per la mente!!

IMGP0248

Con grande dispiacere torniamo all’ingresso dove ci attendono cocco (da bere) e il miglior acquisto della vacanza, due splendidi sombreri!

Ma ancora la vera avventura doveva cominciare 😉DSC_0320

Arriviamo ad un piccolo molo dove in coppia saliamo su delle canoe e remando (con discutibili risultati) raggiungiamo la riva opposta della laguna.

Qui veniamo imbracati e dopo un breve percorso è il momento del volo dell’angelo: emozionati e incuriositi ci lanciamo nel vuoto e voliamo per circa 300 metri! Indescrivibile…una sensazione unica…ero troppo entusiasta!!

DSC_0394Non soddisfatti ci lanciamo di nuovo nel vuoto ma stavolta (ormai esperti! Ahahah!) ci concentriamo sul fotografo così da avere qualche ricordo della bellissima esperienza!! Continuiamo la passeggiata nella foresta, facendo attenzione all’albero CheChen che brucia chi lo tocca (davvero) e arriviamo ad uno spiazzo dove un sacerdote sta per compiere un rituale di purificazione!! Questo rituale era necessario affinchè potessimo entrare nelle acque sacre del Cenote!

La caduta di un meteorite (forse quello che dato origine all’estinzione dei dinosauri) e la conseguente era glaciale hanno reso la roccia messicana calcarea e molto friabile. Così dopo milioni di anni di piogge le rocce si sono disciolte creando una rete di grotte e caverne sotterranee ed alcune riempendosi completamente hanno fatto crollare il tetto della caverna!DSC_0455

Questi sono i cenotes,”pozzi” naturali, simili a delle voragini nel terreno, ritenuti sacri dai Maya perchè non avendo fiumi in superficie erano l’unica sorgente di acqua dolce.

Per noi turisti delle spettacolari piscine naturali sotterranee!!

A differenza degli altri Cenotes che ho visitato, questo non aveva una scalinata per raggiungerlo…così l’unico modo per bagnarci nelle sue acque era calarci con la corda!!DSC_0486

Ammetto che dall’alto faceva davvero paura nonDSC_8903 si vedeva assolutamente niente tutto nero!! Armati di coraggio iniziamo la discesa e tutto prende forma.

Sospesi nel vuoto di una caverna a circa 100m dall’acqua rimaniamo per un attimo immobili a osservare quest’opera d’arte della natura!

Completata la discesa ci infiliamo in delle ciambelle gonfiabili e ci lasciamo trasportare dall’acqua in silenzio…è un luogo così suggestivo, calmo e rilassante che non vorrei più uscire!!

Ma dai sogni prima o poi ci si deve svegliare così mi guardo intorno e penso ” E adesso come torniamo in superficie?!”

Due sono le vie : o facendosi ritirare su senza fatica legati ad una corda o tramite una piccola, fragile e poco rassicurante scaletta di corda…DSC_0528

Ovviamente, probabilmente posseduti dallo spirito di Indiana Jones, ci siamo messi alla prova con la scaletta e per fortuna è andato tutto liscio!! E’ stato davvero eccitante, non ho fatto altro che parlarne per tutto il giorno!! Superare i propri limiti aumenta l’autostima!!DSC_0509

Non sto a raccontarvi di come dopo queste peripezie abbiamo razziato il buffet!!

Credo che questa esperienza sia nella top 10 della mia vita e auguro a tutti di provarla in prima persona perché è davvero incredibile la sensazione che vi lascia dentro!!!

Le foto si commentano da sole, buona visione!

Silva♥

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...